La domanda di accesso ai contributi

La domanda di accesso ai contributi

I proprietari degli edifici devono presentare la domanda di accesso ai contributi entro sessanta giorni dall'affissione del bando o dalla pubblicazione dello stesso nell'Albo pretorio del comune in cui ricade l'edificio Articolo 14 - ORDINANZA del PRESIDENTE del CONSIGLIO dei MINISTRI del 29 febbraio 2012, n. 4007.
Nel caso di condomini, costituiti formalmente, la domanda di accesso ai contributi può essere prodotta dall’ Amministratore in conformità al regolamento adottato dal condominio Allegato 6 - ORDINANZA del PRESIDENTE del CONSIGLIO dei MINISTRI del 29 febbraio 2012, n. 4007.
I proprietari, nel caso di comunioni, designano all’unanimità, con apposita scrittura privata autenticata, un rappresentante della comunione. Questi provvede a redigere la richiesta di incentivo. Copia conforme della scrittura privata va allegata alla richiesta di incentivo Allegati 4 e 6 - ORDINANZA del PRESIDENTE del CONSIGLIO dei MINISTRI del 29 febbraio 2012, n. 4007.

Nella domanda si dovranno indicare Allegato 4 - ORDINANZA del PRESIDENTE del CONSIGLIO dei MINISTRI del 29 febbraio 2012, n. 4007:

  • ubicazione e dati catastali dell'edificio (foglio e particella);
  • il tipo di intervento per il quale si intende richiedere i contributi;
  • numero di unità immobiliari distinte per uso abitativo, uso all'esercizio dell'arte o professione e uso produttivo e per ognuno di questi si dovranno indicare il numero di occupanti medio giornaliero e la superfice lorda;
  • la superfice lorda coperta complessiva dei edificio soggetta ad interventi;
  • se l'edificio è stato progettato o costruito quando il comune dove è sito era classificato sismico;
  • se l'edificio è prospiciente una via di fuga definita nel piano di protezione civile del comune;
  • se l'edificio è soggetto ad ordinanza sindacale di sgombero in regime ordinario (quindi non in contesto emergenziale) motivata da gravi deficienze statiche, in questo caso si dovrà allegare alla domanda copia cartacea dell'ordinanza;
  • importo massimo dell'incentivo per l'intervento indicato;
  • il punteggio per l'intervento indicato.

Normativa e prassi

ORDINANZA del PRESIDENTE del CONSIGLIO dei MINISTRI del 29 febbraio 2012, n. 4007

Allegati 4 e 6 - ORDINANZA del PRESIDENTE del CONSIGLIO dei MINISTRI del 29 febbraio 2012, n. 4007


Lascia un commento...